venerdì 8 settembre 2017

[Recensione] Cosa ho fatto per amore di Susan Elizabeth Phillips per Leggereditore



Trama
Per Georgie York, un tempo la protagonista di una delle sitcom preferite dagli americani, è proprio un periodo no. La sua carriera cinematografica è in stallo e dover badare a suo padre la sta facendo letteralmente impazzire. Per di più, suo marito l'ha appena lasciata... Un bel danno d'immagine per una delle attrici più amate dal grande pubblico. In un momento del genere, andare a Las Vegas e imbattersi nel suo ex collega, il detestabile ma fascinoso Bramwell Shepard, sarebbe stata per chiunque la peggiore delle soluzioni. Ma Georgie non è una donna come le altre, la sua vita è uno straordinario e inestricabile groviglio di guai. Quando ai suoi però si aggiungono quelli di Bramwell Shepard, la situazione diventa a dir poco esplosiva, perché i destini dei due ex rivali sono più legati di quanto loro stessi avessero mai sospettato.

La mia opinione
Oggi mi rivolgo alle lettrici romantiche: non fatevi assolutamente sfuggire “Cosa ho fatto per amore”.
Ormai Susan Elizabeth Phillips è una delle scrittrici migliori in circolazione quando si parla di romance e anche questa volta ha fatto centro.
Inizialmente mi sembrava di rivedere la storia tra Jennifer Aniston, Brad Pitt e Angiolina Jolie, e sono convinta che la SEP si sia ispirata a questo notissimo gossip per iniziare il romanzo.
Infatti, la protagonista, Georgie, è un’attrice comica, diventata famosa per una serie tv che è entrata nei cuori del pubblico americano. A coronare la sua carriera, non poteva che esserci il matrimonio con uno degli attori più belli e famosi, Lance. Tuttavia, questa unione apparentemente perfetta crolla quando Lance, impegnato in un nuovo film, incontra la bellissima e appassionata attrice Jade, nota per le sue opere di beneficienza in giro per il mondo.
Tanto più che Georgie non è la classica bellezza holliwoodiana, ma ha delle caratteristiche particolari che la rendono insicura e inferiore a Lance.
All’inizio del romanzo, sembra quasi che Georgie si incolpi dell’abbandono, come se un uomo tanto bello e perfetto non potesse aver scelto lei.
Georgie è una protagonista fantastica: è buona, altruista, gentile, tutte caratteristiche che in un mondo come quello di LA, fatto di superficialità e cattiverie, sono difficili da trovare.
E, tra i tanti personaggi con una brutta fama, c’è anche Bram Shepard, suo coprotagonista nella serie TV che l’ha resa famosa e l’uomo che Georgie odia di più al mondo.
Eppure Georgie ha la capacità innata di mettersi nei guai: in poco meno di 24 ore a Las Vegas, si troverà sposata proprio con il suo acerrimo nemico: Bram.
Entrambi cercheranno di sfruttare la situazione a proprio vantaggio per farsi pubblicità. Ma riuscirà la dolce e fragile Georgie a lasciarsi alle spalle le sue insicurezze e sfruttare questo matrimonio? Piano piano, grazie anche all’aiuto e all’influenza di Bram, Georgie riuscirà a prendere finalmente in mano la sua vita, realizzare i suoi desideri e spiccare finalmente il volo.
Il libro è scritto benissimo, come tutti i romanzi della Phillips, e, nonostante sia abbastanza lungo rispetto ad altri romance, le pagine scorrono veloci una dietro l’altra, in una storia romantica, divertente e inaspettata.

Voto finale: 4/5


1 commento: