martedì 30 agosto 2016

[Segnalazione BookMe] Come sposare un milionario di Curtis Sittenfeld

Buonasera lettori e lettrici, da oggi in libreria trovate questo romanzo che, per le amanti di Jane Austen, sembra davvero imperdibile! Una moderna versione di Orgoglio e pregiudizio! A me incuriosisce tantissimo, spero di riuscire a leggerlo presto!

Trama
Il matrimonio è sopravvalutato. Almeno è così che la pensa il Signor Bennet, padre di cinque splendide figlie - tutte ostinatamente nubili - e marito di lungo corso di una donna ingombrante. Ma quando Chip Bingley, scapolo tra i più ambiti, fa ritorno a Cincinnati, niente e nessuno può contenere la frenesia che come una febbre si impossessa della Signora Bennet. L’eccitabile e invadente matriarca, infatti, è pronta a tutto pur di vedere sistemate almeno le maggiori tra le sue ragazze: la dolce Jane, maestra di yoga ormai vicina ai quaranta e tormentata dal desiderio di un figlio, e l’inquieta Lizzie, giornalista residente a New York e single part- time. Poco importa che problemi ben più pressanti minaccino la serenità della famiglia... Sull’orlo della rovina economica, incalzate da mille imprevisti e complicazioni, riusciranno le sorelle Bennet a sopravvivere a quel ciclone chiamato amore?
Con implacabile leggerezza, Sittenfeld ci racconta chi siamo in questa storia romantica e irriverente, modernissima e senza tempo, scintillante di intelligenza e di ironia.


L'autrice
Nata a Cincinnati, in Ohio, Curtis Sittenfeld è un’autrice bestseller i cui romanzi sono stati tradotti in venticinque lingue. Il suo debutto, Prep, è entrato nella classifica dei Dieci Migliori Libri dell’Anno del New York Times e sarà presto una serie TV prodotta dalla HBO.

Al pari di American Wife (il suo terzo romanzo, miglior libro dell’anno per le riviste Time, People e Entertainment Weekly), Prep è stato finalista del prestigioso Orange Prize.
Curtis Sittenfeld ha pubblicato contributi e articoli su numerose testate tra cui The Times, The New York Times, The Atlantic, Salon, Slate e Glamour. Come sposare un milionario ha riscosso un grande successo internazionale rimanendo a lungo in testa alle classifiche su entrambe le sponde dell’Atlantico. 



«Hai i capelli strani, stasera» aveva detto Jasper d’un tratto. Aveva mosso un passo verso di lei con la mano tesa. Nello stesso istante, Liz aveva alzato il braccio e si era scostata i capelli dal viso. Indietreggiando, Jasper aveva lasciato cadere la mano. In seguito, Liz avrebbe rivisitato quel gesto mancato per pomeriggi interi. Quella sera i suoi capelli non erano affatto strani. Perciò Jasper era stato senz’altro sul punto di baciarla. Avrebbe potuto diventare il suo fidanzato e l’amore della sua vita, se solo lei non avesse spezzato la magia di quell’attimo. Lo aveva fatto per distrazione, per caso, perché in fin dei conti si trattava dei suoi capelli? Perché non voleva baciare il fidanzato di un’altra? Oppure perché inconsciamente stava tentando di sabotare il proprio destino?»

[Anteprime Leggereditore] I still love you di Cristina Chiperi e Insostituibile di Angela Graham

Buongiorno lettrici e lettori settembre si avvicina e il blog riprende piano piano la sua attività tra recensioni e segnalazioni. Ecco a voi le uscite del 1 settembre della Leggereditore, due romanzi perfetti per le ragazze che amano immergersi nelle emozioni. 



“I lettori e i fan in delirio: mai più senza.” – la Repubblica su My Dilemma Is You 
“Cristina ha la freschezza della sua età ma quel ‘qualcosa in più’ che ha riversato con spontaneità nella sua dote narrativa, così appassionante da creare una vera e propria dipendenza nei suoi followers.” – fanpage.it

Sinossi
Con tutti i ragazzi di cui si sarebbe potuta innamorare, Lucy Sanders ha perso la testa per Dylan, il suo migliore amico. E il sentimento che prova è così forte da toglierle il sonno, da mozzarle il respiro se lui la sfiora, da farle chiedere in continuazione: “Cosa succederebbe se lui sapesse la verità?” Sì, perché per paura di perderlo, Lucy non ha ancora trovato il coraggio di dichiararsi, e adesso che è all’ultimo anno dell’high school ha deciso che è arrivato il momento di scoprire se i suoi sentimenti sono corrisposti oppure no. Ma più Lucy cerca di capirci qualcosa, più tutto le sembra complicato. A volte ha l’impressione che Dylan contraccambi, salvo poi essere assalita dai dubbi quando vede che l’amico ha occhi solo per Caroline... E come potrebbe essere altrimenti, visto che Caroline è praticamente perfetta? A confondere le acque ci si mette anche Daniel: trasferitosi da poco in città, dapprima sembra voler aiutare Lucy nel suo intento, ma poi fa esattamente il contrario... Perché? Lucy non ha il tempo di porsi troppe domande, impegnata com’è a cercare risposte dentro lo sguardo di Dylan...
Biografia

Cristina Chiperi ha sedici anni. Un pomeriggio di agosto, mentre tutte le amiche sono in vacanza e lei muore di noia, si stende sul letto e mette le cuffie alle orecchie. Parte My Dilemma di Selena Gomez e, ascoltandola, Cristina inizia a visualizzare una storia. Il cellulare è a portata, la piattaforma Wattpad anche... Quello che nessuno può ancora immaginare è che là fuori ci sono migliaia di ragazze che presto fremeranno per leggere My Dilemma Is You! I still love you è la sua nuova fan fiction, ispirata a un’altra passione, quella per l’attore Dylan O’Brien, protagonista della serie tv Teen Wolf e dei film tratti dalla trilogia di Maze Runner




“Un segreto così grande che potrebbe cambiare la vita dei protagonisti, per sempre. Di cosa si tratta? Leggete questo libro, lo amerete.” A Coffee Mom’s Book Reviews
“Avvincente, sincero e commovente. Impossibile da mettere giù.” Kiss and Tell Reviews
“Angela Graham ha sfornato un altro grande romanzo.” Madison Says

Sinossi
Cassandra Clarke sapeva che se avesse ceduto alla passione avrebbe corso il rischio di essere ferita. Eppure, nonostante questa consapevolezza, ora si ritrova sola, ma con la voglia di rimettere insieme i pezzi della sua vita e lasciarsi alle spalle il recente passato, benché il suo cuore non riesca a dimenticare, a non provare rancore per chi prima la ha sedotta e poi l’ha lasciata alla sua illusione. Cassandra aveva imparato a credere nell’amore, ma ora, per colpa di Logan West, non sa più cosa sia. 
Fidarsi di un uomo? È un errore che si è ripromessa di non commettere più. Ma cosa può succedere se d’improvviso tutto ciò in cui hai deciso di credere viene di nuovo messo in discussione? Il cuore, si sa, segue le sue regole e prende la sua strada. Riuscirà Cassandra a tenere sopite le emozioni che ancora prova e a trovare la forza di non abbassare la guardia di fronte alle insistenze dell’uomo che le ha spezzato il cuore, ma che lei sente essere insostituibile?
Un nuovo, coinvolgente capitolo della storia di Cassandra e Logan. Il racconto, appassionato e sincero, dell’eterno e insolubile conflitto tra il cuore e la ragione, tra la disillusione e la voglia di credere ancora nell’amore.

Biografia
Angela Graham è da sempre una grande lettrice e un’amante della scrittura. Nel 2012 decide di mettere nero su bianco la sua prima storia e, da allora, non si è più fermata. Vive a Tipp City, in Ohio, con i tre figli e un gatto che le tiene compagnia durante le lunghe notti di scrittura. I libri della serie bestseller Harmony, di cui Insostituibile è il secondo volume, preceduto da Inevitabile, hanno scalato in pochissimo tempo le classifiche di The New York Times e usa Today e finalmente approdano in Italia per Leggereditore.
 

lunedì 29 agosto 2016

[Recensione] L'imperfetta di Carmela Scotti



"Ci sono dolori che nessuna erba del campo può guarire. Io sono nata da una radice di dolore, la felicità non so com'è fatta, se ha faccia, mani o bocca per parlare. Ci sono dolori che non si rompono, che sono duri più delle montagne, e se incontrassero la felicità, la schiaccerebbero come una formica."
Il mio voto finale: 5/5. Un romanzo che non può assolutamente mancare nella vostra libreria.

Trama
Per Catena la notte è sempre stata un rifugio speciale. Un rifugio tra le braccia di suo padre, per disegnare insieme le costellazioni incastonate nel cielo, imparare i nomi delle stelle più lontane e delle erbe curative, leggere libri colmi di storie fantastiche. Ma da quando suo padre non c’è più, Catena ha imparato che la notte può anche fare paura e può nascondere ombre oscure. L’ombra delle mani della madre che la obbligano al duro lavoro nei campi e le impediscono di leggere, quella degli occhi gelidi e inquieti dello zio che la inseguono negli angoli più remoti della casa. Le sue sorelle sembrano non vederla più, ormai è la figlia imperfetta e il ricordo del calore dell’amore di suo padre non basta a riscaldare il gelo nelle ossa. Catena ha solo sedici anni e decide che non vuole più avere paura. E l’ultima notte nella sua vecchia casa si colora del rosso della vendetta. Poi, la fuga nel bosco, dove cerca riparo con la sola compagnia dei suoi amati libri. È grazie a loro e agli insegnamenti del padre che Catena riesce a sopravvivere nella foresta. Ma nel suo rifugio, fatto di un cielo di foglie e di rami intrecciati, la ragazza non è ancora al sicuro. La stanno cercando e per salvarsi Catena deve ridisegnare la sua vita, la vita di una bambina che è dovuta crescere troppo in fretta, ma che può ancora amare di un amore, forse imperfetto, ma forte come il vento. Con questo romanzo potente, finalista al prestigioso Premio Calvino, Carmela Scotti ci guida al cuore di una storia antica e insieme attualissima, illuminata da un’intensa e affilata voce femminile. La storia di una ragazza coraggiosa e troppo sola. Della sua voglia di vivere contro tutti e tutti. Di una stella che continua a brillare anche in un cielo coperto di nuvole.

La mia opinione
Un’esordio sorprendente quello di Carmela Scotti, con una storia che commuove dall’inizio alla fine.
La vita della giovane Catena è stata segnata dalla felicità solo fino ad un momento ben preciso: quello in cui il padre, il suo angelo custode, la persona che le ha insegnato tutto e ha illuminato le sue dure giornate, improvvisamente la lascia.
Con la morte del padre, la vita di Catena diventa buia, fatta di abusi e violenze. Non solo quelli fisici dello zio, il fratello del padre che conosce solo botte e non parole, ma anche quelli psicologici della madre, che non ha mai amato il marito e che odia da sempre la figlia, perché è uguale a lui.
Arriva un punto in cui la giovane protagonista non ce la fa più: ma nel 1800 non è facile scappare dalla vita che il destino ha riservato ad una donna. Così Catena decide di liberare lei e le sorelle attraverso la vendetta.
Una vendetta che la costringerà ad allontanarsi da tutti e a vivere come un’eremita nel bosco, nell’attesa che qualcuno venga a prenderla per consegnarla alla giustizia e farle espiare le sue colpe.
Quello che permette a Catena di sopravvivere sono i libri, unica eredità del padre, libri magici che le insegnano le stelle e i tipi di erbe per curare le malattie.
In questo modo, Catena riuscirà a riscattare sé stessa, continuando ad amare il padre, la cui anima è sempre accanto a lei e lasciando qualcosa di sé anche quando il mondo viene a chiederle il conto per i suoi peccati.
Un personaggio che non si può non amare, simbolo del dolore che molte donne hanno dovuto sopportare in passato e che talvolta, purtroppo, sopportano ancora. Per chi ama la lettura poi, non può non sfuggire il potere salvifico dei libri, l’importanza che gli stessi rappresentano e sopratutto il legame duraturo che permettono di mantenere con coloro che abbiamo amato e che ce li hanno tramandati.

Il libro di Carmela Scotti, con una prosa talmente perfetta da diventare pura poesia, è uno di quei libri che difficilmente si possono dimenticare e che merita un posto in ogni libreria.

giovedì 25 agosto 2016

[Recensione] Un cuore di pietra di Kat Spears


"A scuola feci di tutto per non incrociarmi con Bridget. Di solito Pete non parlava di sua sorella e io non la menzionavo mai. Ciò non vuol dire che non pensassi sempre a lei. Mi ero fatto una lista mentale delle canzoni d'amore che le avrei dedicato se: 1) suonassi ancora la chitarra; e 2) volessi cominciare una relazione con lei. E non avevo alcuna intenzione di farlo, perché poteva andare a finire solo in un modo. Finché avessi continuato a non vederla e a non parlarle, il nostro sarebbe stato un amore perfetto."

A chi consiglio questo libro: A tutti coloro che non si fermano alle apparenze e che sanno che, dietro ad un cuore di pietra, spesso si nasconda qualcuno davvero speciale.
Voto finale: 4/5

Trama
Jesse Alderman, detto Sgaggio, è all’ultimo anno delle superiori e riuscirebbe a vendere sabbia nel deserto. È anche bravissimo a trovare ciò di cui la gente ha bisogno: compiti di fine semestre, un appuntamento con la reginetta della scuola, documenti contraffatti. Ha pochi amici e non si lascia mai ostacolare dalle emozioni. Per Jesse, la vita è soltanto una serie di transazioni d’affari.
Ma quando Ken Foster, capitano della squadra di football e stronzo a tutto tondo ingaggia Jesse per aiutarlo a conquistare il cuore dell’angelica Bridget Smalley, Jesse si ritrova a provare tutta una serie di emozioni. Seguendo Bridget e imparando i dettagli più privati della sua vita, si innamora per la primissima volta. Stringe anche amicizia con il fratello minore di Bridget, un ragazzo aggressivo, diffidente e colpito da disturbi motori. Jesse inizia così a far visita agli anziani nelle case di riposo per incontrare Bridget, a offrire aiuto ai meno fortunati e ad affezionarsi al ragazzino che lo idolatra. E se l’uomo di latta avesse un cuore, in fondo?
Una sorta di Cyrano de Bergerac moderno, Un cuore di pietra è raccontato dal punto di vista di Jesse in modo schietto e divertente, con le sue ciniche osservazioni sul mondo. Jesse sarà costretto ad affrontare il dolore che cova per un evento accaduto un anno prima e forse, ma solo forse, riuscirà a provare di nuovo dei sentimenti.

La mia opinione
Ho scelto questo romanzo attirata dal titolo. Ero curiosissima di scoprire se, dietro a quel “cuore di pietra” si nascondesse qualcosa di più.
E l’autrice Kat Spears non ha deluso le mie aspettative.
Il libro parla di Jesse Alderman, un ragazzo che, nonostante la sua aria sbruffona e menefreghista, vi conquisterà all’istante, entrandovi nel cuore.
Jesse ha sofferto tanto nella vita. E, come molte persone che si portano un  grande dolore dietro, ha utilizzato la via apparentemente più semplice: ha chiuso il suo cuore, “trasformandolo” in una pietra, per non permettere alle persone di ferirlo di nuovo.
In questo modo, Jesse è apparentemente immune a qualsiasi tipo di emozione: non ha amici, ha un padre che odia e passa le sue giornate scolastiche facendo “affari”. In pratica, di qualunque cosa i compagni e persino il preside abbiano bisogno, che sia droga, il rifornimento di birra per una festa o una tesina da consegnare ai prof, Jesse la procura.
In questo modo entra in “possesso” dei segreti delle persone, che potranno sempre essergli utili per qualunque favore o ricatto.
Le cose cambiano quando Ken, il belloccio della scuola, gli fa una richiesta particolare: vuole che Jesse lo aiuti ad uscire con Bridget. Jesse inizialmente è stupito dalla richiesta, sa che Ken può avere tutte le ragazze della scuola, ma non appena vede Bridget e inizia a parlare con lei capisce che ha qualcosa di speciale.
E persino la pietra che ricopre il suo cuore inizia a sgretolarsi di fronte alla purezza e dolcezza di questa ragazza.

Una storia delicata ed emozionante, che dimostra come, nonostante certi dolori ci segnino in maniera permanente, c’è sempre spazio per provare nuovi sentimenti.

martedì 23 agosto 2016

[Recensione] Cercando Grace Kelly di Michael Callahan


Voto finale: 5/5... Adorabile!

Trama
È l'estate del 1955 e tre ragazze arrivano a New York da tre angoli diversi d'America per seguire le proprie aspirazioni. Laura si prepara al suo nuovo lavoro nella redazione della rivista Mademoiselle, sapendo che se la moda si può comprare, lo stile invece no; Dolly arriva dalla provincia e ha lasciato la famiglia bigotta per diventare qualcosa di più che una moglie, anche se non sa ancora cosa; e Vivian, dai capelli rosso fuoco, per ora si mantiene vendendo sigari in un locale, e intanto insegue il sogno di cantare a Broadway. E per una ragazza di provincia decisa a cambiare la propria vita nella città che non dorme mai, c'è un solo posto dove stare: il famoso Barbizon Hotel, alloggio per sole ragazze dove sono cominciate le storie di tante altre come loro, che ora tutto il mondo conosce. Una per tutte, Grace Kelly - chissà, magari le ragazze la incontreranno durante quest'estate di sogni folli, nuove amicizie, nuovi amori... O forse no. Quel che è certo è che a New York troveranno molto, molto altro. 

La mia opinione
Non fatevi ingannare dal titolo, perché questo romanzo non parla di Grace Kelly. Ma una cosa in comune con l’indimenticabile attrice c’è: tre ragazze a New York alla ricerca dei propri sogni.
Così come Grace, pochi anni prima, aveva vissuto nell’hotel per signore Barbizon hotel, diventando una delle attrici più famose al mondo e poi una principessa senza eguali, così Laura, Dolly e Vivian cercano loro stesse in una città che già negli anni ’50 ha molto da offrire a tre ragazze diverse.
Laura, la vera protagonista del romanzo, proviene da una ricca famiglia di provincia che ha già stabilito il destino di ogni ragazza come lei: trovare un buon partito e costruire una solida famiglia. L’istruzione di una donna, all’epoca, non è ancora fondamentale. Ma Laura ha un altro sogno nel cassetto: diventare una scrittrice e quale luogo migliore di New York, dove vivono tanti scrittori, per far crescere la sua passione?
Con lei ci saranno Dolly e Vivien, due ragazze completamente diverse tra loro. Se Dolly ha il sogno di trovare un marito e avere una famiglia, Vivien, l’eccentrica rossa, vorrebbe calcare le scene e diventare una famosa cantante.
L’amicizia tra le tre cresce rapidamente e si troveranno a dover fronteggiare gli ostacoli di una società che ancora relega la donna in secondo piano.
Per quanto le tre ragazze siano diverse tra loro, troverete affinità con ognuna e vi troverete a sognare con loro e ad accompagnarle nella loro crescita, fatta di amori, risate, ma anche sofferenze e lacrime.
Un romanzo davvero appassionante che dimostra come tutte possono, in qualche modo, trovare la propria strada, anche quando le cose non sembrano andare per il verso giusto. 

Michael Callahan ha uno stile indimenticabile, una via di mezzo tra romanzo e film, tanto che, una volta chiuso il libro, vi sembrerà di essere appena tornate dalla New York di Grace Kelly ad inseguire un sogno.

giovedì 11 agosto 2016

[Recensione] Amy Snow di Tracy Rees



A chi consiglio questo libro: Alle amanti dei classici, che amano immergersi nel 1800 e che amano i romanzi come quelli di Jane Austen. A chi ama le storie di amicizia e di crescita personale, ma anche i misteri che si svelano pagina dopo pagina.
Il mio voto finale: 5/5

Trama
Hertfordshire, 1848. La brina ricopre i campi e le strade quando Amy Snow, la mantella stretta per difendersi dal gelo, si allontana da Hatville Court, la casa in cui ha vissuto per ben diciassette anni.
L’unica persona che lei abbia mai amato, Aurelia Vennaway, figlia unica di Lord Charles e Lady Celestina Vennaway, una delle famiglie più in vista della contea, giace sotto sei piedi di terra in un angolo silenzioso del camposanto. E a Amy non resta che svanire come un’orma che si discioglie nella brina.
Era stata proprio Aurelia a trovarla, diciassette anni prima, in una tersa mattina di gennaio in cui l’aria era tagliente come vetro. L’aveva vista agitarsi nella neve, minuscola neonata con la pelle fredda come gelatina di fragole, piccolo essere glabro e azzurrino abbandonato ai margini di una foresta inospitale. L’aveva battezzata Snow, perché era piena di neve, e Amy, perché era il nome della sua bambola preferita. E l’aveva portata con sé, a Hatville Court, la dimora dei suoi da tempo immemorabile. Erano cresciute insieme, Aurelia e Amy, come due sorelle inseparabili. Perché così si consideravano, loro. Ma a Hatville Court, e nell’intero villaggio, Amy poteva essere, a seconda dei giorni, degli umori della servitù e dei pregiudizi dei Vennaway, una giovinetta rispettabile o una vagabonda, una sorella o una sguattera. E ora, con la scomparsa di Aurelia, non può più restare nella grande dimora dei Vennaway, divenuta un luogo ostile e inospitale. Abbandonarla è un grande dolore, una pena che si aggiunge a quella che l’affligge da sempre: non sapere chi siano stati i suoi genitori, non avere nemmeno un frammento di informazione su di loro: un nome, la forma di un naso, la canzone prediletta... una cosa qualsiasi.
Ad Amy non resta che mettere da parte il dolore e rivolgersi con determinazione al compito che Aurelia le ha affidato poco prima di morire: decifrare una serie di lettere contenute in un pacchetto occultato con cura, lettere che contengono un segreto cui Aurelia non ha mai fatto cenno quando era in vita.
Lettera dopo lettera, Amy esegue diligentemente il compito per imbattersi in sorprendenti verità, che saltano fuori una dopo l’altra dall’armadio del passato, e hanno a che fare con i segreti più intimi di Aurelia e con la sua stessa misteriosa origine.

La mia opinione
Amy Snow è la storia di una grande amicizia, che supera le distanze sociali e continua  anche dopo la morte.
Amy è una ragazza che deve la sua vita ad Aurelia Vennaway, una dolcissima ragazza che ha lottato contro i genitori per un destino segnato. Aurelia, figlia unica di una famiglia ricca e nobile, è destinata a dare un erede che faccia prosperare la stirpe dei Vennaway.
Ma Aurelia è sempre stata una ribelle e non ha mai voluto piegarsi alle convenzioni sociali e al ruolo attribuito alla donna nella metà dell’800. Sin dall’età di 8 anni ha disubbidito ai genitori, trovando una piccola bambina in mezzo alla neve e decidendo di tenerla. 
Nonostante la madre di Aurelia si opponga fermamente a tenere con sé una bambina “figlia di nessuno”, per gli scandali che potrebbero derivarne, Aurelia non vuole sentire ragioni. La chiamerà Amy Snow, proprio per ricordare il suo ritrovamento in mezzo alla neve. La piccola Amy non avrà vita facile: relegata nelle cucine, costretta a dormire in mezzo ai sacchi di patate, non verrà mai accettata del tutto dalla famiglia e dai dipendenti dei Vennaway.
Aurelia, invece, sarà sempre al suo fianco, proteggendola e amandola come una sorella.
Purtroppo, però, talvolta il destino è crudele: decide di portarsi via Aurelia troppo presto. Amy rimane improvvisamente sola e costretta a lasciare un posto dove è sempre stata rifiutata. Ma la presenza di Aurelia sarà costante non solo nel suo cuore;  attraverso una caccia al tesoro da lei architettata prima della sua morte, Aurelia porterà Amy a scoprire i segreti che non le ha mai rivelato e a trovare la sua strada.
Grazie alle lettere di Aurelia, Amy diventa una donna e trova finalmente il suo posto nel mondo.
Una storia dolcissima, che testimonia il grande valore dell’amicizia, spesso pari ad un legame di sangue, e che vi trasporterà indietro nel tempo, seguendo Amy pagina dopo pagina nella scoperta dei segreti di Aurelia.

Amy Snow è un romanzo davvero delicato che, nonostante sia scritto ai giorni nostri, ricorda le migliori storie di Jane Austen o delle sorelle Bronte. Assolutamente consigliato.

venerdì 5 agosto 2016

[Recensione] La vita dorata di Matilda Duplaine - Alex Brunkhorst


A chi consiglio questo libro: A chi ama le storie romantiche al punto giusto, a chi vuole immergersi nei segreti e nelle storie di amori proibiti, a chi vuole conoscere il mondo attraverso gli occhi di chi, come Matilda, lo scopre per la prima volta.
Voto finale: 4/5

Trama
Quando Thomas Cleary, un giovane giornalista che cerca di farsi strada lavorando al Los Angeles Times, riceve l'incarico di scrivere un articolo su Joel Goldman, il leggendario produttore cinematografico recentemente defunto, la figlia dell’uomo, Lily, lo invita a una cena esclusiva che gli apre le porte del jet-set di Hollywood. Ragazzo di umili origini, cresciuto in provincia, Thomas è un estraneo in questo mondo dorato di milionari, jet privati e dimore lussuose. 
Finché non incontra Matilda Duplaine.
Bellissima e misteriosa, Matilda non ha mai lasciato i confini della splendida proprietà di Bel Air in cui è cresciuta e Thomas finisce per innamorarsi perdutamente di lei.
Ma quella che inizia come una romantica relazione clandestina si trasforma ben presto in un’intricata ragnatela di segreti e bugie, in grado di distruggere per sempre le loro vite e quelle di chi li circonda.
Romantico, coinvolgente e con protagonisti indimenticabili, La vita dorata di Matilda Duplaine non è solo una scintillante lettera d’amore a Los Angeles e un’affascinante viaggio nelle vite dorate dei suoi personaggi più in vista, ma anche una storia indimenticabile che racconta di privilegi, di ricerca della propria identità e delle difficili scelte che si fanno per ottenere il potere.

La mia opinione 
Sono stata attirata da questo romanzo per la sua copertina: una gabbia dorata, di quelle antiche, dove si tenevano gli uccellini.
L’immagine rappresenta esattamente il cuore del romanzo: Matilda Duplaine ha vissuto per anni in una vera e propria gabbia dorata. Un padre ricchissimo, che le ha regalato ogni bene materiale possibile e immaginabile, ma non le ha dato le cose più preziose: la possibilità di stringere amicizie e innamorarsi.
Nella Hollywood di star, magnati del cinema, ricchi ereditieri, Matilda non è conosciuta se non dai maggiordomi che abitano nella casa, vincolati alla segretezza. Nessuno sa della sua esistenza, nonostante il padre sia una delle persone più potenti di Los Angeles.
La storia inizia con un giovane reporter del Los Angeles Times, Thomas Clearly, che viene casualmente introdotto nell’ambiente di Hollywood da Lily Goldman, la figlia di un famoso produttore di cui Thomas deve scrivere un articolo per parlare della sua recente scomparsa.
Anche se la storia è raccontata dal punto di vista di Thomas, la vera protagonista è Matilda. Una vera e propria coincidenza, probabilmente dettata dal destino, farà sì che i due giovani si incontrino. Thomas è stupito e ammaliato da questa ragazza così particolare, che ha una cultura immensa, ma non sa nulla del mondo che la circonda.
Così decide di portarla fuori dalla sua gabbia dorata e farle conoscere tutte le opportunità che la vita può offrire. 
I due giovani, che si sono innamorati a prima vista, risentiranno delle nuove scoperte di Matilda, che prima di conoscere Thomas è come se non avesse vissuto. Allo stesso tempo, Thomas continuerà ad indagare per scoprire la verità su Matilda e capire chi fossero i suoi genitori e perché fosse stata relegata in casa per così tanto tempo.

Ho amato questo romanzo per i suoi protagonisti, ma soprattutto perché l’innocenza di Matilda coinvolge così tanto il lettore da portarlo a guardare il mondo con occhi nuovi. Si sente nostalgia dell’entusiasmo delle prime volte, delle cose che dopo poco tempo diventano routine. Un libro emozionante dall’inizio alla fine, ricco di romanticismo, ma anche di suspense, “La vita dorata di Matilda Duplaine” è un libro che non può assolutamente mancare nella vostra libreria.