lunedì 27 giugno 2016

[Recensione] P.S. Ti amo ancora - Jenny Han

"C'è una parola coreana che mi ha insegnato mia nonna. Jung. È un legame tra due persone che non si può spezzare, neppure quando l'amore si trasforma in odio. Continuerai a provare i vecchi sentimenti per quella persona, non riuscirai a liberartene del tutto e ci sarà sempre tenerezza nel tuo cuore per lei"

Trama
Lara Jean non si aspettava di innamorarsi davvero di Peter. All'inizio era solo una recita per far ingelosire qualcun altro.
E invece, alla fine, quello che fingevano di provare si è trasformato in una storia d'amore. Una storia vera, di quelle che possono spezzare il cuore. Naturalmente Lara Jean pensa che sarà lei a farsi male, che un giorno Peter tornerà con la sua ex. Poi però un ragazzo proveniente dal passato arriva a scombussolare le sue certezze. Una ragazza può amare due ragazzi? A volte innamorarsi è la parte più semplice dell'amore.

La mia opinione.
Dopo “Tutte le volte che ho scritto ti amo” Jenny Han è tornata a parlarci nuovamente di Lara Jean e io non vedevo l’ora… Li avevamo lasciati, beh non ve lo dico, nel caso in cui voi non abbiate ancora letto il primo (qui trovate la mia recensione: Tutte le volte che ho scritto ti amo), ma vi assicuro che se siete delle adolescenti, ma anche un po’ più cresciute come me la serie di avventure di Lara Jean non può non essere letta.
Nel primo libro Lara Jean e Peter si erano messi insieme per finta, per far ingelosire sia Josh, il ragazzo di cui la protagonista era innamorata, sia la fidanzata di Peter.
Ma se il gioco diventasse realtà? Se i sentimenti che prima erano finzione piano piano mutassero in qualcosa di vero? In P.s. ti amo ancora Lara Jean e Peter sono alle prese con sentimenti ed emozioni reali. Ma, si sa, a 16 anni le opportunità sono tante, le idee non sono ancora chiare ed è facile prendersi una cotta per qualcun altro.
Così Lara Jean, complici le famose lettere che erano state spedite dalla sorella Kitty nel libro “Tutte le volte che ho scritto ti amo”, rincontrerà un altro dei suoi passati amori, John. E proverà per lui dei sentimenti simili a quelli che prova per Peter, ma incompatibili.
È possibile innamorarsi di due persone contemporaneamente? Forse a sedici anni sì, quando tutto sembra possibile, quando la fine di un amore sembra la più grande tragedia mai provata e poi poco dopo si incontra qualcun altro. Ma, allo stesso tempo, si può dimenticare il primo amore? O terrà comunque un posto speciale nel nostro cuore, che sarà impossibile da rimpiazzare del tutto?
Questo è quello che scopriremo nella storia di Lara Jean. Anche in P.s. ti amo ancora è fondamentale il rapporto tra sorelle, ancora una volta protagonista della vita di Lara Jean, che dimostra come, anche se tua sorella non condivide una tua scelta o un tuo gesto, sarà sempre e comunque accanto a te a sostenerti.
In questo secondo libro, poi, viene valorizzato anche il volontariato. Lara Jean inizierà a occuparsi di anziani che stanno in una casa di riposo e questo non solo porterà a rallegrare gli ospiti con le tante iniziative ideate dalla protagonista, ma la aiuterà anche a crescere attraverso i racconti e i consigli di persone sagge che hanno alle spalle tantissime esperienze.

Ancora una volta, Jenny Han ha la capacità di farmi emozionare come una sedicenne. I sentimenti dei protagonisti, così semplici e puri, ti entrano davvero nel cuore e, credetemi, una volta che entrerete in contatto con Lara Jean e il suo mondo spererete che la storia non finisca mai! Per ora mi accontento di attendere impazientemente il terzo volume della serie, che sono sicura regalerà ancora tante emozioni.

Il libro
Titolo: P.s. Ti amo ancora
Autrice: Jenny Han
Casa editrice: Piemme 
Collana: Freeway
Data di Pubblicazione: giugno 2016
Prezzo: EUR 16,00

martedì 21 giugno 2016

[Anteprima Leggereditore] Estate Batticuore - Racconti

I racconti perfetti per l'estate? Arrivano il 30 giugno per Leggereditore nella raccolta "Estate Batticuore"... Ideali per godersi il meritato relax dopo un anno di scuola o lavoro! 


Cristina Chiperi
Ilaria Soragni
Valentina F.
Daniela Azzone
ESTATE BATTICUORE
30 giugno 2016
 cartaceo €9.90
ebook  €4.99


Tornano i protagonisti di My Dilemma Is You, la coppia inaspettata di MESS, una bar tender di notte a Roma e l’amore nella vita di una top model.

Quattro autrici ci regalano i loro imperdibili racconti per l’estate. Pagine che vi trascineranno con sé, ricche di sentimenti ed emozioni. Una lettura fresca e scintillante per immergersi in un mare di sensazioni.


Sinossi
I LOVE YOU, GOODBYE - Cristina Chiperi
Cris, la protagonista di mdiy, è in vacanza a Honolulu, la perla delle Hawaii, talmente ricca di bellezze che una settimana sembra non bastarle per vedere tutto.
Ma non saranno solo la natura incontaminata, i tramonti e un mare cristallino
a rapire il suo cuore...

MESS - THE ESCAPE - Ilaria Soragni
Ritroviamo i protagonisti di Mess in fuga dal riformatorio del Maryland in cui erano internati. Niall e i suoi compagni sono disposti a tutto pur di lasciare quell’inferno e ricominciare da capo. Ma la strada per la libertà nasconde più insidie del previsto...

BUIO - Valentina F.
Caterina ha una passione che le accende la vita: ama fare cocktail ed è talmente
brava che ne inventa di suoi. Lavora in un locale a Roma e una sera d’estate è costretta a chiudere per un ritardo del titolare. La saracinesca scende e lei rimarrà dentro, imprigionata nei suoi ricordi senza sapere che qualcun altro sarà vicino a lei...

VITA DA TOP MODEL - Daniela Azzone
Sofia è una giovane modella che si divide tra il lavoro, lo studio e le questioni di cuore. E poi ci sono le sue amiche, Daniela e Olly, anche loro modelle, ad aggiungere divertimento alla sua vita. Ma ora è il momento di dare il meglio di sé: c’è la settimana di Milano vende Moda...



Le autrici

Cristina Chiperi ha solo sedici anni quando inizia a postare My Dilemma Is You su Wattpad. Un anno dopo, quei post sono diventati una trilogia pubblicata da Leggereditore: dopo aver fatto impazzire la rete, il successo di Cristina è replicato in libreria.

Ilaria Soragni ha diciassette anni. MESS, fan fiction pubblicata su Wattpad, è diventata in pochissimo tempo una delle storie più lette del web, prima di trasformarsi nell’omonimo romanzo pubblicato da Leggereditore nel 2016.

A soli sedici anni, Valentina F. ha pubblicato con Fanucci il suo primo romanzo, TVUKDB, ottenendo uno straordinario successo editoriale in Italia e all’estero. Per sua scelta non è mai uscita allo scoperto. Nel 2016 Leggereditore ha ripubblicato la trilogia della serie TVUKDB: Il mio cuore per te, Il sogno di un amore e M’ama non m’ama.


Daniela Azzone ha iniziato giovanissima la sua carriera come Top Model e ha lavorato per i più grandi marchi del mondo della moda: da Versace a Valentino, da Yves Saint Laurent a Dior a Chanel. Oggi è mamma di tre figli e vive a Roma. Leggereditore ha pubblicato nel 2016 Voglio essere una top model

[BlogTour] La memoria del sangue di Rosaria Russo - Prima tappa: presentazione del libro

Buongiorno lettrici e lettori, oggi il blog ospita la prima tappa del BlogTour dedicato al thriller “La memoria del sangue” di Rosaria Russo edito da Libromania.
Il mio compito è quello di introdurre il romanzo, sperando di incuriosirvi. Io l’ho già letto e ho trovato la storia davvero originale. La protagonista, che sono sicura vi piacerà moltissimo, è Stella una ex poliziotta che dopo 6 anni in cui ha cambiato vita e si è trasferita a Londra, decide di tornare a Portici, la sua città natale.  Ma si sa il passato non si può lasciare alle spalle… E Stella lo scoprirà una volta tornata a casa, quando una serie di omicidi sconvolgeranno la sua tranquilla città. Stella non riesce a fare a meno di indagare, il suo animo di ex poliziotta è troppo forte, tanto più che il misterioso assassino sembra strettamente legato a lei.

Tanti i temi trattati nel romanzo, non soltanto l'elemento fondante che è quello tipico del thriller, e cioè l'indagine. Rosaria Russo mette al centro l'abbandono da parte dei genitori e le difficoltà di un ragazzo nel crescere senza sapere l'identità di chi lo ha messo al mondo e chiedendosi perché non lo hanno voluto tenere con loro.
Inoltre, è evidenziato il legame tra sorelle, Stella ed Elois, che nonostante abbiano vissuto per anni distanti l'una dall'altra per via del trasferimento di Stella, sono sempre pronte a sostenersi a vicenda negli ostacoli che la vita pone loro davanti.
Infine, non poteva mancare un pizzico di romanticismo, che io trovo importante per smorzare l'inquietudine dei gialli. Stella troverà un alleato fondamentale nel suo ex collega poliziotto Andrea... Il problema è che Stella, a causa dei segreti del suo passato, non è mai riuscita a lasciarsi andare con nessuno e questo influenzerà anche il suo riavvicinamento con Andrea al suo ritorno a Portici...


Descrizione
Tornare nella casa di famiglia a Portici risveglia turbamenti che Stella credeva dimenticati. A distogliere la sua attenzione da un passato poco felice è il ritrovamento di tre cadaveri al porto della città. Quei corpi barbaramente uccisi risvegliano l’istinto da investigatrice che Stella aveva rivelato durante gli anni trascorsi in Polizia, prima di lasciare l’Italia per Londra, dove si era affermata come traduttrice letteraria. Qualcosa non torna, i delitti hanno legami col romanzo che sta traducendo e ben presto la curiosità si trasforma prima in ossessione, poi in inquietudine, infine in vero terrore, quando scopre di avere qualcosa in comune con le vittime e uno stalker inizia a perseguitarla. Per sfuggire a questa diabolica trappola, Stella – aiutata dal suo ex collega Andrea – deve trovare il coraggio di guardarsi dentro e affrontare i fantasmi del suo passato.

L’autrice
Rosaria Russo vive a Portici, vicino Napoli. Giovane giornalista e mamma di un meraviglioso bambino, coltiva da sempre la passione da lettrice e da scrittrice per i libri e in particolare per i thriller.


Il libro
Titolo: La memoria del sangue
Autore: Rosaria Russo
Editore: Libromania
Genere: Gialli e Thriller
Prezzo: EUR 3,99
Link scheda libro: http://libromania.net/it/la-memoria-del-sangue-di-rosaria-russo

Il BlogTour continua nei prossimi giorni, dove conoscerete meglio la protagonista del libro, Stella, e l'autrice Rosaria Russo! Buona lettura :)




sabato 18 giugno 2016

[BlogTour] Virgola di Virginia Azzurra Di Giorgio - Quarta tappa: Intervista all'autrice



Buongiorno lettrici e lettori, oggi il blog ospita la quarta e penultima tappa del libro "Virgola", che uscirà lunedì 20 giugno per Hop Edizioni. Oggi ci occupiamo di conoscere un po' meglio l'autrice, Virginia Azzurra Di Giorgio, con alcune domande che completano la sua biografia e le idee che accompagnano Virgola. 
30 anni, siciliana, residente a Firenze, laureata in Storia dell’arte medievale, ha creato Virgola nel dicembre 2013. Nata su Instagram, l’immagine di Virgola in breve tempo viene richiesta da aziende per progetti di vario tipo. Unica italiana ad aver vinto, per i primi due anni dell’edizione, tre Igers Awards, una delle maggiori Influencer nella nostra Nazione per numeri, Virginia è stata giudice per il Premio Nazionale Instagramers Italia 2014. Compare nel libro di Andrea Antoni “Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche” come esempio di creatività nonché in due tesi di laurea. La pagina Instagram di Virgola conta oltre 100.000 followers, la pagina Facebook oltre 30.000, numerose collaborazioni con brand prestigiosi, (Netflix, Sky Arte, La Roche Posay, Carpisa, Caffé Vergnano, Maliparmi, Swatch) più di sessanta tatuaggi con questo soggetto.

La parola a Virginia!


1.       Nell’introduzione del libro racconti che Virgola è nata dalla condivisione nei social network. Qual è stato il motivo principale che ti ha portata a condividere i tuoi lavori con gli altri?
Nessuno in particolare.. Avevo un account instagram come tanta gente e un pomeriggio, invece di fotografare un dettaglio della mia quotidianità, ho fotografato un mio disegnino. È piaciuto e ho capito che dovevo continuare, tutto qua!

2.       Adoro tutte le immagini del libro e le frasi che le ispirano. So che è una domanda difficilissima, ma ce n’è una che più di tutte ti rappresenta?
Come disegno forse quello che sta in copertina al libro, non so perché ma mi piace particolarmente. Come frase, sicuramente la meno conosciuta fra tutte “Nel buio tu cammini con me”: è la prima strofa della canzone Cose Preziose di KaosOne, un artista che amo e un pezzo che lego a un dato periodo della mia vita molto difficile e molto significativo.. Infatti questa frase è tatuata sul mio fianco sinistro, vicino al cuore ;)

3.       Raccontaci un po’ come nascono i tuoi disegni, il lavoro che c’è dietro. Nel senso, leggi una frase che ti cattura e hai l’ispirazione? Immagino non sia così semplice.
In realtà dipende, non ci sono regole. Capita che una frase mi colpisca e mi faccia riflettere finché non trovi la sintesi nel disegno, capita che mi lasci ispirare da un determinato oggetto come da una sensazione che voglio riportare su carta. Per esempio è da tre notti che faccio lo stesso sogno, mi sono svegliata ieri con una frase in testa legata a questo e ho deciso di disegnarlo a modo mio, con una mia simbologia nascosta che non spiegherò mai J Il bello del mio lavoro è la spontaneità!

4.       Quanto è importante il tuo io-bambino? Ne hai parlato nell’introduzione e penso che oggi, che non abbiamo mai tempo per soffermarci sulle piccole cose, sia bello fermarsi e lasciare spazio all’immaginazione.
Il mio io-bambino è determinante per la mia sensibilità, spero di non perderlo mai. Ci sono odori, sensazioni e ricordi che mi fanno sentire viva nella loro semplicità, sono quelle piccole emozioni che mi trasmettono entusiasmo, senza le quali sarei già appiattita e annoiata.

5.       Quali sono i progetti di Virginia e Virgola per il futuro?
Per Virginia c’è un bimbo che dovrebbe nascere fra due settimane, per Virgola una grande scommessa di cui ancora non posso parlare, ma forse la cosa più grande che potessi aspettarmi!


Approfitto per fare tantissimi auguri alla dolcissima e bravissima Virginia per il suo bimbo in arrivo, nella speranza che Virgola le porti ancora tante soddisfazioni... 
Vi ricordo le ultime tappe del blog, e ovviamente il form per partecipare al Giveaway e portarvi a casa una bellissima copia di questo libro, che vi ispirerà tanto con le sue favolose immagini e le frasi che le accompagnano. 



a Rafflecopter giveaway

venerdì 17 giugno 2016

[Recensione] L'estate più piovosa di Milano di Pierluigi Spagnolo


Trama
È l'estate del 2014, quella in cui piove quasi tutti i giorni, la più anomala del secolo. Nella Milano che si trasforma, dove fervono i lavori per far brillare la vetrina dell'Expo, si intrecciano quattro storie. Massimo De Palo viene licenziato dall'azienda dove lavora dopo aver rimediato una diffida allo stadio. Roberto Galimberti è un poliziotto alle prese con un'indagine sugli ultras e sui centri sociali, ossessionato dal sesso a pagamento. Domenico Ciccolella è un ex guardiano notturno che si ritrova a vivere per strada dopo che il gioco d'azzardo gli ha rovinato la vita. E infine c'è Marina, un'affascinante prostituta arrivata dall'Europa dell'Est per soddisfare i vizi dei suoi facoltosi clienti. Le loro vite scorrono all'ombra della città, con i suoi moderni grattacieli, o all'interno delle fatiscenti case popolari occupate nella periferia di Milano, tra disagio e degrado, sesso e droga, estremismo politico e violenza urbana.

La mia opinione
Siamo a Milano nel 2014, in un’estate atipica, particolarmente piovosa. Più che estate sembra un tipico marzo, il tempo è incerto ed è sempre meglio portare l’ombrello con sé.
Le condizioni metereologiche altalenanti sono lo sfondo perfetto per le storie dei protagonisti, ognuno dei quali testimonia un aspetto contradditorio e illegale del nostro Paese.
Il tutto mentre la bellissima Milano si prepara a dare mostra di sé al mondo con l’Expo, che dovrebbe far emergere i lati migliori della città e dell’Italia.
Pierluigi Spagnolo ci racconta quattro storie, di quattro personaggi apparentemente lontanissimi l’uno dall’altro le cui strade in qualche modo si sfiorano. Ciò che lega queste persone è il vivere al limite della legalità, compiere scelte sbagliate pur di sopravvivere o di inseguire i propri sogni o le proprie passioni nascoste.
Il personaggio per me più contradditorio è Roberto Galimberti, che rappresenta un po’ due facciate: lui fa il poliziotto, è sposato, ma nasconde un segreto, l’ossessione per il sesso a pagamento negli appartamenti di lusso milanesi.
Tra le varie ragazze che si trovano a fare questo lavoro c’è Marina. È una delle tante straniere bellissime che, per poter aiutare i genitori e regalare loro una vita migliore, si è trovata risucchiata in una vita dalla quale è difficile uscire.
Galimberti nelle sue indagini sugli ultras si imbatte nella foto di Massimo De Palo, milanese d’adozione che si è trovato coinvolto in una manifestazione etichettata come violenta dalla Polizia e che gli è costata una denuncia, il Daspo e la perdita del lavoro.
Infine, il mio personaggio preferito è Domenico Ciccolella, che rappresenta la parte più triste e degradata della città: un uomo solo, rovinatosi con le sue stesse mani a causa del gioco d’azzardo, che si ritrova a vivere da clochard, con l’unico scopo di procurarsi un po’ di cibo e un posto riparato dove dormire e che ci porterà a scoprire la parte meno conosciuta di Milano, non quella che da turisti siamo abituati a vedere, ma la realtà delle case popolari.
L’autore ha uno stile davvero impeccabile e scorrevole, immedesimandosi di volta in volta nei diversi personaggi porta il lettore a scoprire a fondo i loro pensieri e i lati più oscuri del nostro Paese, quelli che sentiamo quotidianamente nei telegiornali e sui quali spesso non ci soffermiamo. 
Forse perché, che sia l’Expo o qualche altro avvenimento,  i nostri pensieri sono più rivolti verso ciò che appare in superficie. Ma, nonostante certe cose non si possano e non si debbano nascondere, quello che emerge prepotentemente dal romanzo è il grandissimo amore per l’Italia e soprattutto per Milano, una città che viene davvero voglia di scoprire in ogni suo più piccolo angolo.

"Milano anche agli occhi di Massimo De Palo non era il prototipo della città bella, nell'accezione più classica. Non era Roma, non era Parigi, non era Praga. Era piuttosto una città capace di affascinare e di sedurre giorno dopo giorno, vivendoci e vivendola. Come una donna che non ti colpisce immediatamente, con cui scatta il classico colpo di fulmine, ma di cui ci si può innamorare lentamente, silenziosamente."

Link alla pagina del libro: L'estate più piovosa di Milano

[Intervista all'autrice] Greta Simeone, autrice di "Sarò come mi vuoi"

Buongiorno care lettrici e lettori! Sono entusiasta di ospitare oggi "virtualmente" l'autrice del romanzo Sarò Come mi vuoi, Greta Simeone, pseudonimo sotto il quale si cela una ex romantica appassionata di vecchi film che non crede più all’amore ma le piace raccontarlo, purché sia a lieto fine! Il romanzo è uscito il 9 giugno per Corbaccio, nei prossimi giorni pubblicherò la recensione e lo conoscerete meglio! Vi anticipo che l'ho trovato divertentissimo e romantico al punto giusto! Oggi sentiamo cosa ha da dirci la misteriosa Greta, che anche nell'intervista si è rivelata simpaticissima esattamente come nel suo romanzo! Buona lettura!

1) Su di te conosciamo pochissimo, ma ho letto che nonostante tu non creda nell’amore ti piace raccontarlo, purché sia a lieto fine. Quindi ti chiedo: il tuo animo romantico ti porta ad avere una seppur piccola speranza nelle storie da favola? 
Ma certo che sì, ho solo smesso di credere che capiteranno a me. Devo avere la calamita per gli uomini crudeli: non sperarci più è questione di sopravvivenza. Però, come diceva il Bardo, ci sono più cose fra il cielo e la terra … perché non dovrebbero capitare anche gli amori da favola (pure se penso siano davvero rari)?


2) Proprio a questo proposito, nel tuo romanzo si trovano due antagoniste: la protagonista Gina, che è una ragazza vecchio stampo e in fondo romantica, nonostante le delusioni che ha avuto, e Deborah, apparentemente cinica e calcolatrice, che è diventata così dopo una cocente delusione amorosa. Due modi di reagire alle delusioni completamente opposti. In quale delle due ti ritrovi di più?
Ah, nonostante le profonde differenze, in Gina, sicuramente. Non sono brava a calcolare sul lavoro, figuriamoci sui sentimenti. E poi, come Gina, anch’io ho tante insicurezze. Quindi decisamente con la protagonista.


3) Ho notato che, oltre all’amore, nel tuo romanzo traspare tantissimo l’importanza dell’amicizia. Anche tu hai un’amica come Patty?
Non proprio come la Patty, ma ho una cara amica da tanto tempo che, essendo più grande di me, ricopre il ruolo di saggia consigliera. Non è la sola, però. Qualsiasi cosa accada, avere una rete di amicizie è fondamentale per ripartire.


4) Prima di iniziare un romanzo, mi soffermo sempre sulle dediche degli autori. Tu parli di un uomo. Puoi dirci qualcosina di più?
Pietro. Abitando lontani ci scrivevamo molto e, ogni settimana, gli mandavo un capitolo del libro. Era un nostro gioco. Diciamo che è stato uno dei miei errori valutazione, ma almeno mi è rimasta la storia di Gina e Paolo.


5) Ultima domanda, che non posso non farti, ma dall’inizio del romanzo ho la curiosità di saperlo: da dove hai preso l’idea della vendita porta a porta di sexy toys? (ammetto l’ignoranza, non le conoscevo prima!)
Una mia amica mi ha telefonato, una sera, chiedendomi se l’avrei accompagnata a un appuntamento della Valigetta Rossa: “So che tu sei di aperte vedute!” Certo, figurati … ma cos’è la Valigetta Rossa? Quando me l’ha spiegato, si è accesa una lampadina, tipo Archimede Pitagorico. Ed eccoci qui. 


Il romanzo
E se la tua vita fosse solo una scommessa?
A Gina sta andando tutto storto: sola da un po’, ora ha anche perso il lavoro. Risponde ad annunci di tutti i tipi, per paura di dover rinunciare alla propria casa e tornare a vivere dai suoi, che sono freddi come  l’inverno, anche se ormai si è convinta che non l’assumerà nessuno. Troppa la concorrenza, con la crisi che c’è, e lei non brilla in niente. Una sera però arriva, a sorpresa, una telefonata. A chiamarla è Paolo, socio in una catena di sexy shop, che cerca una venditrice a domicilio, e con cui aveva avuto un colloquio poche ore prima. Lei era certa di aver fatto una pessima figura, ma secondo Paolo ha le carte in regola per riuscire.
Però... però dovrà rifarsi il look, acquisire le giuste competenze, seguire tutte le sue indicazioni, affidarsi a lui senza remore: è disponibile? Gina accetta con riluttanza l’unica proposta ricevuta. Presto, inaspettatamente, le si aprirà un mondo nuovo: sotto la guida di Paolo imparerà molto su se stessa e sulle sue capacità. Troverà l’amore, perderà le sue inibizioni. Fino a quando ogni sua certezza sarà spazzata via da una terribile scoperta. Un romanzo fresco, frizzante, romantico e molto sexy, dalla penna brillante di una scrittrice italiana. 

mercoledì 15 giugno 2016

[Recensione] Memory di Filippo Parisi


Una silloge che si anima come un mosaico incalzante di sensazioni e riflessioni, mai passiva, mai doma, ma che in una successione di flashback, conduce il lettore senza tregua e a ritmo serrato lungo la schermata di una memoria impietosa.

La mia opinione.
Memory è una raccolta di poesie che parlano di un viaggio: quello di un giovane alle prese con i ricordi, spesso dolorosi.
Filippo Parisi, con delle poesie scorrevoli e alla portata di chiunque, parte dalla fine di un amore e alterna speranze, delusioni e malinconie.

“Sognavo un futuro insieme a te. Ora tutto mi appare in ombra. Ed io ritorno nel buio della notte, dove mi nascondo assieme ai miei simili”.

Talvolta la tristezza emerge talmente tanto che non si può non ritrovarsi nei suoi pensieri. Anche se ci sono poesie che esprimono un pensiero ottimista per il futuro e per la vita, la malinconia sembra protagonista, non solo per le esperienze amorose, ma anche per le delusioni della vita in generale, di un Paese avvelenato e di una società talvolta ipocrita.

“Di veleno ne basta una goccia, questo Paese di veleno ne ha fin troppo”.

Le poesie seguono un flusso di pensieri che lasciano il messaggio finale che qualunque esperienza, positiva o negativa, ci arricchisce in qualche modo.

“Non chiedo l’impossibile soltanto una mano da sfiorare e poi decidere se tenderla e ricambiare la stretta”.

Per conoscere meglio il libro e il suo autore potete visitare la pagina Facebook di Memory.


lunedì 13 giugno 2016

[Recensione in anteprima] La ragazza nel parco di Alafair Burke

La ragazza nel parco - Alafair Burke dal 14 giugno in libreria per Piemme
"Gli avvocati dicono che non importa se un cliente è innocente, che non è compito nostro saperlo. Si lotta con zelo, a qualisasi costo."

Trama
Quando Olivia Randall, avvocato newyorchese, viene svegliata da una telefonata, non ha idea di chi sia la ragazzina che, dall'altro lato della cornetta, la implora di aiutarla. Ma basta un nome a farle capire. Jack Harris. Il famoso scrittore, padre della ragazzina, accusato di omicidio e ora in cella, in attesa di processo. Jack Harris è un nome che dice troppe cose a Olivia: perché Jack e Olivia hanno un passato. Un vecchio amore finito male vent'anni prima. Un amore di cui lei porta ancora dentro i segni e forse la colpa di aver lasciato che le cose andassero come sono andate. Di fronte alla richiesta della figlia di Jack, Olivia sa che non ha altra scelta. Aiuterà Jack. A costo di lasciare che lui dia sfogo a una vendetta tenuta a bada per tutti questi anni.

Jack non ha un alibi, non ha testimoni, e non ha un motivo plausibile per essere dov'era quando qualcuno ha fatto fuoco nel parco, ammazzando tre persone. E ben presto Olivia sarà costretta a chiedersi se Jack sia davvero innocente, e non la stia manipolando...


La mia opinione
È possibile lasciarsi per sempre alle spalle il passato o ci sono delle porte che non si chiudono mai del tutto? E cosa accade se le persone che credevamo di conoscere meglio di chiunque altro nascondono dei lati oscuri che non avremmo mai potuto immaginare?
Questi sono gli interrogativi che accompagneranno la protagonista del romanzo “La ragazza nel parco”, Olivia Randall, per tutto il libro. Olivia ha tutte le qualità per essere un avvocato di successo: è fredda, abile ad utilizzare le prove a vantaggio dei propri clienti, anche se non è del tutto convinta della loro innocenza. Ma questo basta, l’importante è insinuare un ragionevole dubbio nella giuria.
Ma  quando viene chiamata da una ragazzina il cui padre è stato arrestato, l’abilità di Olivia vacilla. L’uomo in questione è Jack Harris, l’amore della sua vita che lei ha fatto soffrire quando erano giovani. Olivia non si è mai perdonata la fine della relazione, per la quale si prende tutte le colpe. E, nonostante sia consapevole che il suo lavoro potrebbe essere messo a repentaglio dai suoi rapporti passati con Jack, sente di dovergli almeno questo: fare tutto il possibile perché lui non venga condannato per l’omicidio di cui è accusato.
Anche perché Olivia, come tutti, non può assolutamente credere che Jack sia colpevole: è una persona buona, uno scrittore di successo e un eroe per la comunità.
Il problema è che Jack si trova in una posizione davvero scomoda: si trovava nel luogo in cui è stato commesso un triplice omicidio, aveva un legame con una delle vittime e il suo alibi sembra inverosimile. Un appuntamento con una misteriosa ragazza, vista nel parco pochi giorni prima e che era riuscito a ritrovare tramite la pagina web dell’amica Charlotte. Sembra quasi impossibile ritrovare questa ragazza.
Durante la ricerca delle prove che dimostrino l’innocenza di Jack, Olivia inizierà ad avere dubbi sulla sua versione. Anche perché Jack non è esattamente quello che sembra: nonostante Olivia si colpevolizzi (e scopriremo perché), anche Jack ha un passato oscuro di cui lei non è a conoscenza.
È possibile conoscere una persona a fondo? E soprattutto un uomo apparentemente perfetto può essere capace di commettere un brutale omicidio? La verità emergerà solo nelle ultime pagine del romanzo, con un finale inaspettato.
Il libro affronta anche un problema tristemente noto: la facilità di procurarsi delle armi, soprattutto in America, con le conseguenti sparatorie di massa che, purtroppo, sono sempre attuali.
Alafair Burke ci regala un thriller con una suspense incredibile, un ritmo incalzante che impedisce di abbandonare il romanzo anche solo per un minuto. Non appena il lettore crede di essere vicino alla soluzione emerge una nuova prova che fa crollare ogni precedente ipotesi. Il tutto accompagnato da un personaggio femminile perfetto, Olivia, che sono sicura amerete.
Voto finale: 5/5

martedì 7 giugno 2016

[Recensione] Savage Lane di Jason Starr per Parallelo 45 Edizioni



"Nei suoi anni da sbirro, Larry aveva imparato due cose: non puoi mai sapere chi ti sta mentendo, e chiunque è capace di qualunque cosa."
Trama
Mark e Deb vivono in un quartiere abbiente di New York; sposati da 17 anni, hanno un matrimonio stanco, due figli e qualche problemino con l’alcol. La loro vicina di casa, Karen, è una madre single e, dopo il divorzio dal padre dei suoi figli, si affida ai siti di incontri online per trovare un nuovo amore. Owen è un diciottenne senza sogni né progetti, tranne quello di liberarsi dal giogo vessatorio del patrigno. Tra pomeriggi al golf club, partite di tennis e lussuosi party in ville con piscina, l’esistenza solo superficialmente dorata dei protagonisti viene sconvolta da un oscuro delitto. In Savage Lane, Jason Starr solleva il sipario che protegge Westchester, NY, una delle contee più ricche e agiate del Paese, mostrando come dietro un’apparenza scintillante si nascondano in realtà torbidi segreti che potrebbero distruggere per sempre le esistenze dei protagonisti. Con la sua scrittura tesa e nervosa, Savage Lane vi farà guardare ai vostri vicini di casa in modo completamente diverso, tenendovi compagnia a lungo, anche dopo che avrete girato l’ultima pagina.

La mia opinione
Savage lane è un thriller domestico/psicologico davvero affascinante. In un tranquillo quartiere residenziale vicino a New York, Mark e Deb sono alle prese con una crisi matrimoniale. Un matrimonio che sta andando a rotoli perché entrambi hanno un segreto.
La loro storia si intreccerà con quella di Karen, affascinante donna divorziata e migliore amica di Mark, che cerca un nuovo amore attraverso i siti di incontri.
E poi, figura centrale del romanzo, Owen, un ragazzino diciottenne che sa come manipolare le persone, sa sempre quali frasi utilizzare perché gli altri, ma soprattutto le donne, restino affascinate da lui, nonostante non sia niente di speciale.
La caratteristica migliore del romanzo è che Jason Starr riesce a giocare con equivoci e segreti dei vari personaggi, creando una realtà parallela che esiste solo nella mente dei protagonisti.
Questa serie di equivoci porterà ad una tragica scomparsa nella tranquilla zona di Westchester, in seguito alla quale la realtà diventerà evidente e i protagonisti riusciranno, almeno in parte, a svelarsi.
Savage Lane è un thriller che tiene con il fiato sospeso, non riuscirete a staccarvi dalle pagine finché non sarete arrivati alla fine. Lo stile dello scrittore poi è perfetto per questo tipo di romanzo, sembra di leggere un libro, ma contemporaneamente immagini un possibile film. Questo grazie ad una buona strutturazione dei personaggi e dei dialoghi, che rendono la lettura sempre coinvolgente.
Dopo aver letto questo romanzo inizierete a dubitare di tutti, familiari, amici, vicini. Perché dietro ad un apparente tranquillità si può nascondere davvero di tutto e chiunque può farci credere in una realtà apparentemente perfetta.

Voto: 4/5

mercoledì 1 giugno 2016

[Recensione] Segreti e speranze di Carolyn Brown (Leggereditore)



"Cercai di ignorare le parole, ma mi arrivavano dritto al cuore, quando Jackson cantava che senza qualcuno nella nostra vita niente ha senso. Lo credevo anch’io?"

Trama
I segreti che le donne si rivelano nei momenti di privacy, ad esempio in una toilette per sole signore, dovrebbero restare custoditi in quelle mura. Ma a volte accade che quei segreti giungano alle orecchie sbagliate e cambino per sempre la vita di chi ne viene a conoscenza. L’esistenza di Trudy Williams è piuttosto movimentata: sua figlia è una ragazza eccentrica e ribelle, suo marito non fa altro che tradirla e sua madre è ricoverata in una casa di cura per malati di Alzheimer. L’ultima cosa di cui ha bisogno è ereditare dalla prozia Gert una vecchia casa pericolante piena solo di vecchi ricordi e cianfrusaglie. Ora tocca a lei ristrutturarla, ma non sarà sola nell’impresa. Billy Lee Tucker, il vicino di casa della zia Gert, un tipo strano innamorato di Trudy dai tempi della scuola, non avrebbe mai sognato di avere l’opportunità di starle accanto tanto a lungo. Così, insieme alla nuova casa, Trudy e Billy costruiscono qualcosa di romantico e sorprendente, vivendo emozioni che temevano di aver perduto. Ma forse Trudy è troppo spaventata da ciò che quel giorno aveva sentito in quella toilette per signore per poter immaginare un futuro insieme a Billy...

La mia opinione
“Segreti e speranze” è decisamente uno dei libri che ho amato di più in questi ultimi mesi. È un romanzo che vi commuoverà e che quando l’avrete finito sarete tristi di dover lasciare i protagonisti di questa bellissima storia.
Questa è la storia di una rinascita, quella di Trudy, che nasce proprio da un segreto mal custodito, da qui il titolo, e che la porterà finalmente a svegliarsi e a sperare in un nuovo futuro, dove lei sarà finalmente la protagonista della sua vita.
Tutto nasce in una toilette per signore, durante il funerale della prozia Gert, dove le due cugine (che mi hanno ricordato un po’ le due sorellastre di Cenerentola, per farvi capire il genere), si ritrovano a spettegolare su Trudy e sul suo matrimonio. Così Trudy viene a conoscenza di un segreto, che sembrano conoscere tutti tranne lei: il marito Drew la tradisce da sempre.
Trudy è una persona molto buona, che si è sempre sacrificata per il bene del marito e della famiglia. Con questa nuova scoperta, la vita le pone davanti due possibilità: continuare a fingere e chiudere gli occhi di fronte ai continui tradimenti del marito oppure rinascere.
Trudy apparentemente è molto fragile, è insicura, non riesce a credere in se stessa e non vede quanto di bello ha dentro di sé e quanto può dare agli altri. Finalmente però l’occasione si presenta chiara davanti a lei, come un segno del destino: la prozia le ha lasciato la sua casa in eredità e Trudy, prendendo finalmente le redini della sua vita, riuscirà a lasciare il marito e provare ad iniziare una nuova vita, buttandosi a capofitto nella ristrutturazione della casa.
Ma la casa non è l’unico dono che le ha lasciato la zia Gert: leggendo il romanzo, scoprirete che, nonostante le apparenze di vecchia scorbutica, la zia aveva molto più in comune con Trudy di quanto lei stessa credesse.
Ma soprattutto, le regala un nuovo amico, Billy Lee Tucker, che Trudy conosce dall’infanzia ma non ha mai considerato. Tra i due nascerà una profonda amicizia che va al di là di un semplice rapporto di vicinato e una complicità che non hanno mai provato prima e Trudy scoprirà che non è mai troppo tardi per essere felici e che, spesso, anche dalle cose tristi possono nascere nuovi inizi anche migliori di ciò che ci siamo lasciati alle spalle.  

Voto finale 5/5

[Blogtour] "La libreria delle storie sospese" di Cristina Di Canio. Quinta tappa: Carta di identità della protagonista



Buongiorno e ben ritrovati cari lettori e lettrici! Oggi ho il piacere di ospitare la quinta e penultima tappa di questo bellissimo Blogtour "La libreria delle storie sospese" di Cristina di Canio. Conosceremo più da vicino la protagonista, Adele, sbirciando nella sua carta di identità. Ma prima, per chi ancora non conoscesse il romanzo, scopriamo insieme la trama :)


Sprofondata nella sua poltrona, tra gli scaffali che profumano di carta, Adele osserva il via vai che affolla la libreria. Questo luogo magico dalle pareti lilla, nascosto al confine tra la Milano delle boutique e i condomini affollati della periferia, è piccolo e accogliente, ed è solo per chi vuole davvero trovarlo. Proprio come è successo ad Adele che, da quella mattina di tanti anni prima, torna ogni giorno dalla sua amica Nina. Occhi intensi e sorriso grande, la giovane libraia si muove sicura nel caos che soltanto lei conosce e, ogni volta che un viso nuovo varca la soglia del negozio, gli va incontro travolgendolo con la sua energia.
Qui, tra i sogni, le storie si moltiplicano. Da quando un cliente ha avuto l’idea di lasciare un libro in regalo per l’avventore successivo, , il locale si è riempito di persone. Così tutti hanno almeno una storia da regalare agli altri e tutti vogliono lanciare un messaggio, parlare, incontrarsi. E, magari, anche innamorarsi. Perché, a volte, per la felicità bastano tanti romanzi ancora da leggere e un uomo, anche sconosciuto, che ti canti canzoni d’amore; Nina, che con i libri è cresciuta, lo sa bene. E forse anche lei, che ha appena interrotto una storia importante, è pronta per vivere un nuovo sogno…

Ma chi è Adele? Quando sto iniziando a leggere un nuovo libro sono curiosissima di fare la conoscenza dei protagonisti, per capire se potranno esserci delle affinità con loro. Oggi, grazie all'autrice Cristina e con il fondamentale aiuto di Rosa (La Fenicebook), vi presento Adele.


Inutile dirvi che io e Adele abbiamo in comune la passione per la lettura. E ovviamente per la musica. E anche io come lei non sopporto la maleducazione e le orecchie sui libri. E voi avete in comune qualcosa con Adele? Se vi va di condividerlo con me e gli altri lettori, commentate il post!

Ma dopo aver scoperto il libro e la sua protagonista, potevamo lasciarvi senza la possibilità di vincere una copia? Seguite il form per partecipare al Giveaway
a Rafflecopter giveaway



Purtroppo la tappa di oggi è conclusa, ma abbiamo ancora un appuntamento con Adele e il suo mondo delle storie sospese! E se vi siete persi qualche tappa, vi ricordo il calendario! Buona lettura :)