mercoledì 30 dicembre 2015

Il sangue di Marklant ~ Miki Monticelli.

"Aveva imparato presto che la gente non aveva quasi mai ciò che meritava, giusto o ingiusto che fosse, e forse per questo non aveva mai voluto arrendersi a ciò che le pareva ingiusto. Ma non ne poteva più di vedere che nulla di quel che faceva bastava. Qualsiasi fosse la direzione che prendeva".


Il libro
Titolo: Il sangue di Marklant
Autore: Miki Monticelli
Genere: Young adult, fantasy
Editore: Piemme
Collana: Freeway
Anno di pubblicazione: 2015

Trama 
Marca è sotto assedio da ormai quasi seicento anni: attorno alle alte mura che difendono le case si assiepa l’esercito delle Darkalant, da sempre nemico, e poco più in là, oltre le montagne, rimangono in agguato gli Occlumsaac, i non-vivi, che aspettano soltanto di poter entrare in città e possono contare sulla sfibrante e quieta pazienza della morte. Drith ha sempre vissuto schiacciata dal peso della guerra: è la figlia di uno degli uomini più importanti del regno e ha sempre saputo di essere una guerriera, pronta a difendere il suo popolo dall’attacco esterno. Ha un dono, o meglio una terribile condanna: riesce a vedere e parlare con i morti. E questo è il marchio che la identifica come prescelta della profezia dei Pugno, destinata a liberare la città di Marca, pagando un caro prezzo.

sabato 26 dicembre 2015

[Segnalazione] Il Fantasma di Scrooge di Aizir G. Ziranov.

Buongiorno lettori... Il Natale è appena terminato, ma si sente ancora l'atmosfera natalizia... Per accompagnarla vi propongo questo racconto horror appena uscito, edito dalla Dunwich edizioni, che come al solito ci regala delle copertine fantastiche!



Sinossi
«Maledetto Natale!» Una figura, di spalle, alla finestra. Indossa un trench logoro; i capelli bianchi, lunghi e sporchi si intravedono da un cappellaccio bucato e sudicio. «Che posto è questo?»
Lydia non riesce a pronunciare nessuna parola.
L’uomo tira su con il naso, rumorosamente. «Ti ho fatto una domanda, piccola peste. Esigo una risposta e ho già aspettato troppo.» Scoppia in una risata sguaiata.
«Siamo a Staten Island, New York City. America.»
«Cosa? America?»
Lo sconosciuto si gratta la barba lunga. Comincia a camminare per la camera, passi lenti e cadenzati. Le catene che porta arrotolate al collo e agganciate ai pantaloni producono un cigolio agonizzante. Nota il libro sul letto. Lo afferra. «Hai letto Il Canto di Natale?»
La ragazza fa un cenno affermativo con la testa.
Lui tira su con il naso. «Dimenticatelo. Le cose sono andate un tantino diversamente.»
«Tu sei Ebenezer Scrooge?»
«In carne e ossa. Si fa per dire. Hai fatto un casino, bellezza.»
Scrooge osserva il libro di Dickens che tiene ancora in mano. Storce la bocca e sbuffa.

lunedì 21 dicembre 2015

Il caso del romanzo inesistente ~ Federico Bianchessi Taccioli

"Amico lettore di libri e non di spazzatura, se hai un po' di tempo da dedicare al paradosso di un romanzo mai scritto ma che senza nemmeno esistere, anzi proprio perché inesistente, ha coinvolto e sconvolto tante vite, ben più di molti tra quelli pubblicati, permettici allora di metterti a conoscenza degli incredibili fatti riassunti nelle pagine che seguono."

Libro
Titolo: Il caso del romanzo inesistente
Autore: Federico Bianchessi Taccioli
Casa editrice: Giovane Holden edizioni
Numero pagine: 216 pp
Prezzo: 15,00 €
Collana: Battitore libero

Anno di pubblicazione: 2015

Trama
Nel corso di un talk show televisivo, un noto scrittore di best seller annuncia la prossima uscita del suo quarto romanzo. Si tratta a suo dire di un giallo maturato nel mondo della letteratura, frutto di un minuzioso lavoro di ricerca ed elaborazione che lo ha impegnato per oltre tre anni. Il titolo, provvisorio ma rivelatore è Il delitto Proust e l’intento quello di dimostrare il profondo legame tra il celebre autore francese del primo Novecento e la crisi di identità etica e morale in cui versa la società odierna. La notizia scuote il mercato editoriale internazionale: il romanzo viene discusso da importanti critici sulla base di estratti apocrifi e di voci che circolano sui social, si accaparra premi letterari, i produttori cinematografici se ne contendono i diritti e impazzano le prenotazioni in tutto il mondo. Diviene oggetto di imitazioni, cloni, sequestro a scopo di riscatto e l’editore rischia il fallimento. Ma se si tratta di un successo annunciato, perché tergiversare con l’uscita in libreria?
Il problema è che il romanzo non esiste. E la storia del manoscritto mai scritto si intreccia con quella sentimentale e professionale del suo autore il quale rimane sempre anonimo fino all’ultima pagina confermandosi indecifrabile anche nell’ultimo gesto che compie.
Federico Bianchessi Taccioli costruisce una sorta di labirinto letterario con l’ausilio di articoli di giornale, appunti, lettere, frammenti di diario, registrazioni e interviste e scardina la struttura tradizionale del romanzo.

domenica 20 dicembre 2015

[Segnalazione] Il romanzo di formazione "Uno" di Nicolò Govoni, edito da Genesis Publishing.

Buonasera lettori e lettrici, eccomi tornata sul blog dopo un periodo di assenza, ma cercherò di aggiornarvi il più possibile nei prossimi giorni.
Oggi vi segnalo un libro uscito il 15 dicembre, che dalla trama mi sembra molto interessante. Sto parlando del romanzo di formazione "Uno" di Nicolò Govoni, edito da Genesis Publishing.



Trama
La partenza. La fuga. Un ragazzo di vent’anni, insoddisfatto e asfissiato dalla realtà che lo circonda, “malato”, si definisce addirittura, sente il bisogno di andare, vedere il mondo con i propri occhi.
L’India. Una terra incredibile dove il protagonista trova rifugio tra le mura di un piccolo orfanotrofio del Sud, imparando a conoscere i venti bambini che lo abitano, imparando a conoscere Mr Joshua, l’uomo che li ha salvati dalla strada, e con il passare del tempo, imparando a conoscere se stesso.
Poi, fra le lenzuola di un albergo lussuoso, una splendida ragazza indiana, Nandini, insieme fatale e dannata, trascina il protagonista alla scoperta di un’India divisa tra i grattacieli e le baraccopoli della Città degli Eccessi, dove i vecchi valori si scontrano con la forza del progresso. Ciò che ne risulta è un contrasto netto. Occidente e Oriente, realtà inconciliabili, se non all'interno della mente, o del cuore.
Uno è la storia di un grande viaggio. Ma non solo un viaggio intrapreso, gridando, sul tetto di un treno diretto al Taj Mahal, bensì un viaggio a fondo nel petto dei personaggi, indagando le problematiche individuali e sociali dell’India moderna, dalla condizione femminile all'alcolismo, dall’industrializzazione ai matrimoni combinati.
Uno è un intreccio di amore, morte e fede, solitudine, inadeguatezza e felicità, abbandono, perdita, nostalgia, e speranza, nella spasmodica ricerca che accomuna tanto un ragazzo di vent'anni quanto un uomo di cinquanta: la ricerca dell'identità.



Libro
Titolo: Uno
Autore: Nicolò Govoni
Editore: Genesis Publishing
Collana: Narrativa
Genere: Romanzo di Formazione, Diario di Viaggio
Prezzo: € 3,99
Prezzo cartaceo: € 12,60
Pagine: 300
Anno di pubblicazione: 2015, 15 Dicembre


Che ne dite? Vi ispira??? Buona serata e buone letture a tutti voi!

mercoledì 9 dicembre 2015

[Segnalazione] Da domani disponibile "La rosa di Hengerwich" di James Adrian Feneos edito da Genesis Publishing

Buongiorno cari lettori! Proprio ieri sul mio profilo Instagram ho nominato libri ambientati nel periodo della Guerra delle due Rose, che mi ha da sempre affascinato! Quindi va immediatamente nella mia "wish list" questa nuova uscita della Genesis Publishing"La rosa di Hengerwich" di James Adrian Feneos, che sarà disponibile per l'acquisto domani 10 dicembre.



Eccovi alcuni dettagli, iniziando dalla Trama
Mentre l’Inghilterra è dilaniata dalla lotta fra York e Lancaster, nella celebre Guerra delle Due Rose, la città di Hengerwich prospera grazie al suo signore scaltro ed ambizioso, Lord Simon Huxley. Ma in un’epoca di sangue e inganni, di guerre e pestilenze, fin dove può spingersi la sete di potere di un uomo?
Sebastian Huxley, fratello minore di Lord Simon, durante una missione diplomatica in Francia, incontra Artémis, una fuorilegge del luogo, la quale sottrae un misterioso messaggio indirizzato proprio a Simon. È questo l’incipit di una rocambolesca avventura, in cui si susseguono battaglie, tradimenti, intrighi di potere e onorevoli sentimenti.
Non ci saranno sconti per Sebastian ed Artémis, dovranno scandagliare se stessi per determinare il proprio destino e quello dei loro cari, fino alla finale resa dei conti, dove tutto e tutti troveranno, nel bene e nel male, la propria collocazione.


Libro
Titolo: La rosa di Hengerwich
Autore: James Adrian Feneos
Casa editrice: Genesis Publishing
Collana: InTempo
Genere: Cappa e Spada, Storico
Prezzo: € 3,99
Prezzo Cartaceo: € 12,60
Pagine: 200
Anno: 2015, 10 dicembre 
«Avere sangue nobile nelle vene non conta niente se non si dimostra la propria superiorità» rispose ancora più piano Lord Huxley.

Non perdetevi il bellissimo video promozionale!



venerdì 4 dicembre 2015

Tutte le volte che ho scritto ti amo ~ Jenny Han

"Non sono lettere d'amore in senso stretto. Io le scrivo quando non voglio più essere innamorata. Servono a dire addio. Perché dopo che ho scritto la lettera smetto di essere presa da quell'amore struggente. Posso mangiare i cereali senza domandarmi se anche a lui piace aggiungerci pezzi di banana; posso cantare canzoni d'amore senza indirizzarle a lui. Se l'amore è una possessione, forse le mie lettere sono un esorcismo. Le lettere mi liberano. O quanto meno dovrebbero."

Trama 
Lara Jean tiene le sue lettere d’amore in una cappelliera. Non sono le lettere d’amore che qualcuno ha scritto per lei, ma quelle che lei ha scritto una per ogni ragazzo di cui si è innamorata, cinque in tutto. L’ultimo si chiama Josh, che è il suo migliore amico nonché, purtroppo, il ragazzo di sua sorella. Quando scrive, Lara Jean mette tutto il suo cuore sulla carta, raccontando cose che non si sognerebbe mai di dire ad alta voce. Eppure, un giorno, scopre che tutte le sue lettere d’amore sono state spedite. E quel che è peggio, ricevute. Improvvisamente, la sua vita diventa molto complicata, ma anche molto, molto più interessante…

La mia opinione
Era da un po' che cercavo un romanzo romantico, ma allo stesso tempo non banale. Questo Young adult di Jenny Han, Tutte le volte che ho scritto ti amo, risponde esattamente a questi requisiti.
La protagonista è Lara Jean, una ragazzina solitaria che non ha molti amici, ma che ama stare in casa con la sua famiglia. Dalla morte di sua madre, infatti, la sua sorella maggiore Margot, lei e la piccola Kitty, si sono assunte il compito di prendersi cura del padre e non fargli mancare nulla, dalla spesa, al pranzo, ad una casa sempre pulita e ordinata.
La famiglia è molto unita, anche se non mancano i classici litigi tra sorelle (avendo una sorella e un fratello, ne so qualcosa!), che rendono il libro divertente e molto realistico. 
La timidezza di Lara Jean ha fatto sì che lei non abbia mai avuto relazioni con i ragazzi. Forse non si sente pronta e ha paura, ma, per tutti i "grandi amori" che ha avuto, ha scritto una lettera per porre fine alla sua cotta. Il problema è che queste lettere, che lei tiene gelosamente custodite in una cappelliera regalatale dalla mamma, improvvisamente spariscono e vengono spedite ai cinque "destinatari".
Tra questi, anche il migliore amico di Lara Jean, Josh, fidanzato con sua sorella Margot, ma che Lara Jean ama da prima che i due si fidanzassero. Questo comporterà non pochi problemi alla timida protagonista, che non può confidarsi con Margot, alla quale non ha mai nascosto nulla.
Il mio personaggio preferito è, però, Peter Kavinsky, un amico di infanzia di Lara Jean, nonché destinatario di una delle lettere. Il classico "fighetto" della scuola, che piace a tutte le ragazze e che tutti considerano superficiale, ma che, invece, nasconde un carattere premuroso e dolce.
Come farà Lara Jean a risolvere il problema delle lettere? I suoi amori sono davvero stati "esorcizzati" oppure prova ancora qualcosa per qualcuno di loro?
Un romanzo ironico, romantico, leggero e scorrevole, perfetto per trascorrere delle piacevoli serate durante le prossime vacanze di Natale.

Libro 
Autore: Jeniffer Han
Casa editrice: Piemme
Collana: Freeway
Anno di pubblicazione: 2015
Prezzo: Cartaceo € 16.00; ebook € 6.99

giovedì 3 dicembre 2015

Va', metti una sentinella ~ Harper Lee

"Cos'era questo malefico influsso che si era abbattuto sulle persone che amava? Lo vedeva con tanta chiarezza solo perchè era stata lontano? Era filtrato a poco a poco nel corso degli anni fino a quel momento? Era sempre stato lì, bene in vista, sotto il suo naso, se solo si fosse curata di guardare? No, questo no. Cos'era a trasformare un uomo comune in un povero stronzo che urlava a squarciagola, cos'aveva indurito le persone come lei tanto da spingerla a usare una parola - "negro" - che non le era mai uscita dalla bocca prima di allora?"






Trama
Maycomb, Alabama. La ventiseienne Jean Louise Finch – “Scout” – torna a casa da New York per visitare l’anziano padre, Atticus. Ambientato sullo sfondo delle tensioni per i diritti civili e il trambusto politico che negli anni cinquanta stanno trasformando il Sud degli Stati Uniti, il ritorno di Jean Louise prende un sapore agrodolce quando viene a sapere verità inquietanti sulla sua famiglia, sulla cittadina e sulle persone che le sono più care. Tornano a galla ricordi dell’infanzia, e i suoi valori e convincimenti sono messi seriamente in discussione. Con il ritorno di molti personaggi emblematici de Il buio oltre la siepe, Va’, metti una sentinella cattura perfettamente le sofferenze di una giovane donna e di un mondo costretti ad abbandonare le illusioni del passato, una transizione che può solo essere guidata dalla coscienza di ciascuno. Scritto a metà degli anni cinquanta, Va’, metti una sentinella permette una comprensione più completa e più ricca di Harper Lee. È un romanzo d’indimenticabile saggezza, umanità, passione e umorismo, che mette in luce tutto il talento dell’autrice. Un’opera d’arte profondamente toccante che evoca in maniera splendida un’altra era e, al tempo stesso, mostra tutta la sua rilevanza per i nostri giorni. Non solo è una conferma della duratura intelligenza de Il buio oltre la siepe, ma serve anche come suo compagno essenziale, aggiungendo profondità, contesto e un nuovo significato a un classico della letteratura.
Il romanzo ritrovato di Harper Lee, ambientato vent’anni dopo il suo amato capolavoro, vincitore del premio Pulitzer, Il buio oltre la siepe.